Licantropia Evolution – Ritorno al presente

L’orrore di diventare donna.

Titolo originale: Ginger Snaps
Anno di uscita: 2000
Paese: Canada
Regia: John Fawcett
Sceneggiatura: Karen Walton, John Fawcett
Attori: Emily Perkins, Katharine Isabelle, Kris Lemchei…
Voto: 6


Qualche anno fa avevo visto il film “Licantropia” che aveva il curioso sottotitolo “Ginger Snaps Back” e ricordo che all’epoca mi domandai “back… ma da dove?”, domanda che non trovò risposta… fino a pochi giorni fa.
La risposta, in realtà, era semplice, anzi banale, quel film era il terzo di una trilogia così strutturata:
1 – Licantropia Evolution, anno 2000, titolo originale: Ginger Snaps;
2 – Licantropia Apocalypse, anno 2004, titolo originale: Ginger Snaps: Unleashed;
3 – Licantropia, anno 2004, titolo originale: Ginger Snaps Back: The Beginning.
Morale della favola, in italia hanno servito il terzo film come primo, forse seguendo la logica dei titoli originali per cui che questo avrebbe dovuto essere una sorta di prequel, e al primo film hanno aggiunto il sottotitolo “il Ritorno” proprio per piazzarlo al secondo posto… vabbè, poco male.

TRAMA: Ginger e Brigitte, due sorelle di 16 e 15 anni, sembrano essere due adolescenti complessate,  emarginate, con una morbosa passione per il suicidio e decisamente trasandate. Tutto cambia quando a Ginger arriva la prima mestruazione. Una notte, mentre attraversano il parco per andare a fare un macabro scherzo,  un licantropo aggredisce Ginger prima di finire travolto da furgone. Da quel momento la sfortunata ragazza comincia a trasformarsi (da ragazza trasandata in gnocca mozzafiato oltre che da umana in licantropa) mentre la sorella cerca in tutti i modi di curarla.

COMMENTO: il film è una velata, neanche tanto in realtà, metafora del passaggio da ragazza a donna,  il morso del licantropo coincide con la prima mestruazione, la lenta trasformazione procede di pari passo con la progressiva presa di coscienza della propria femminilità e la sete di sangue si manifesta insieme alla fame di sesso. Ginger, tra le altre cose, nel diventare donna contagerà un ragazzo ma, mentre la trasformazione di lei la fa diventare gnocca, in lui si manifesta con i sintomi di una malattia venerea.
Il tutto sembra gridare “diventare donna è brutto e fare sesso è pericoloso”. Un film con morale, come lo erano le vecchie favole come Cappuccetto Rosso e simili.

CONCLUSIONE: tutto sommato il film si lascia guardare, certo non è un capolavoro ma non è neanche il solito film sui licantropi. Sinceramente non mi sento di consigliarlo più di tanto, ma se questa recensione vi incuriosisce, decidete di guardarlo e poi non vi piace non prendetevela con me.

CURIOSITA’:
– Le due attrici, Katharine Isabelle e Emily Perkins, oltre ad aver recitato naturalmente anche nei due seguiti di questo film, le trovate insieme anche in Insomnia, Supernatural e X-Files (fonte IMDB).

ginger Brigitte

Emily Perkins la trovate anche in Juno e It (fonte IMDB).

perkins-juno perkins-it

Katharine Isabelle la trovate anche in Smallville, Stargate SG1 e Freddie vs. Jason (fonte IMDB).

isabelle-smallville isabelle-stargate isabelle-freddyvsjason

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...